Studio “il Mio vaccino COVID-19”: proposta di partecipazione professioni infermieristiche

Progetto di monitoraggio della sicurezza dei vaccini contro il COVID-19

| Coronavirus | Infermieri | vaccino

Si tratta di un progetto di monitoraggio della sicurezza dei vaccini contro il COVID-19, finanziato dall’Agenzia Europea dei Medicinali, al quale partecipano 17 Paesi europei. In Italia, il progetto è coordinato dal Centro regionale di farmacovigilanza della Regione Veneto, presso l’Università di Verona.

Il progetto si propone di stimare l’incidenza delle reazioni avverse, sia a breve che a lungo termine, dopo la somministrazione di vaccini anti-COVID-19 in commercio. L’APSS, tramite alcuni centri vaccinali, ha già partecipato alla prima fase (ancora in corso) del progetto, che coinvolge le persone che ricevono la prima dose di vaccino; da pochi giorni il progetto è stato esteso alle “dosi di richiamo/terze dosi“.

Chi intende partecipare al progetto (in particolare a questa fase sulla dose di richiamo/terza dose), entro due giorni da quando ha ricevuto la terza dose di vaccino:

– accede al sito dedicato (https://www.covidvaccinemonitor.eu/it) e sceglie l’opzione “ho ricevuto una dose di richiamo/terza dose…”
– si registra e riceve quindi via email le credenziali con le quali accedere alla propria area riservata
– al primo accesso, compila il primo questionario, nel quale sono richieste informazioni di carattere generale (anamnesi, eventuali allergie, farmaci assunti, ecc,)
– dopo una settimana dalla data della somministrazione del vaccino, riceverà via email un reminder che invita a compilare il secondo questionario, nel quale viene chiesto se hanno avuto reazioni avverse ed eventualmente, di indicare quali (questo questionario rileva quindi le eventuali reazioni avverse immediate  e quelle insorte poco dopo la vaccinazione)
– nei successivi 6 mesi, riceverà altri 3 reminder, per compilare altrettanti questionari (volti a rilevare eventuali reazioni “ritardate” e ad effettuare il follow up delle reazioni “precoci”).

La compilazione dei questionari avviene quindi direttamente online e richiede pochi minuti.

Le informazioni raccolte confluiscono nel database generale dello studio e verranno analizzate insieme a quelle provenienti dagli altri Paesi partecipanti. I risultati saranno presentati all’Agenzia Europea dei Medicinali.

Inoltre, se il partecipante indica nel questionario che ha avuto una o più reazioni avverse, non c’è bisogno che effettui la segnalazione con i canali della farmacovigilanza (vigicovid, vigifarmaco o scheda cartacea), perchè il sistema genera automaticamente una scheda, che arriva direttamente al Centro di farmacovigilanza della Regione/PA di competenza.

Grazie per la collaborazione.