PRONUNCIAMENTO CONDOTTA SOCIAL

Posizione FNOPI sull'utilizzo dei social media

| Comunicazione | Social

Care Colleghe e Cari Colleghi,
con la presente desideriamo informarVi che nel Consiglio Nazionale di sabato 13 ottobre 2018, i 102 presidenti degli Ordini provinciali hanno sottoscritto un documento sulla condotta dei loro iscritti sui social (in allegato).

La scelta di un posizionamento ufficiale che preveda maggior rigore nei confronti di chi utilizza i social qualificandosi come infermiere minando l’immagine di tutta la comunità professionale che ne esce mortificata sul piano etico, deontologico, culturale e frenando la credibilità politica istituzionale delle rappresentanze nei confronti della società civile, politica, professionale, nasce dai troppi casi in cui ultimamente una compattezza professionale avrebbe potuto ottenere vantaggio dalla comunicazione social mentre l’atteggiamento e l’uso improprio di alcuni sono diventati vetrina di una minoranza professionale livorosa, aggressiva e violenta che danneggia tutti.

Cinque i passaggi mutuati dal Codice Deontologico vigente da rispettare se ci si qualifica come infermiere su ogni piattaforma comunicativa:
1)  tenere conto dei valori etici, religiosi e culturali, del genere e delle condizioni sociali della persona;
2)  impegnarsi a cercare il dialogo, nel caso di conflitti determinati da diverse visioni etiche;
3)  perseguire uno spirito di collaborazione e confronto con i colleghi o con altri professionisti sanitari e non;
4)  riconoscere e valorizzare lo specifico apporto degli altri attori che operano nell’equipe;
5)  tutelare il decoro personale e il proprio nome e salvaguardare il prestigio della professione.

“Se i mezzi di comunicazione oggi ci hanno dato libertà di parola su ogni argomento e in ogni contesto – si sottolinea nel documento  – questo non significa che tale libertà sia esente da conseguenze anche disciplinari”.

Per questo Federazione e Ordini hanno deciso di agire. In qualità di rappresentanza professionale ci impegnamo a essere guida ed esempio per un buon uso dei social e chiediamo a ciascun collega di utilizzare i social in modo responsabile tutelando e promuovendo il prestigio della professione e di segnalarci eventuali condotte lesive dell’immagine e dignità dei professionisti o potenzialmente tali.

Vi ringraziamo per la collaborazione. 
A nome mio personale e del Consiglio Direttivo, cari saluti.
Il Presidente
Daniel Pedrotti