INFERMIERE DI FAMIGLIA E COMUNITÀ, PRIMO INCONTRO DEL TAVOLO DI LAVORO

Il 29 settembre si è svolto il primo incontro del tavolo di lavoro sull'Infermiere di Famiglia e Comunità fra PAT, APSS e OPI Trento

| Infermieri | politica

Il 29 settembre 2020 si è tenuto il primo incontro del tavolo di lavoro finalizzato a codificare e declinare in Provincia Autonoma di Trento il ruolo della neo istituita figura dell’Infermiere di Famiglia e Comunità: competenze e funzioni, standard bacino di utenza nel territorio di riferimento, requisiti formativi post-laurea, integrazione con il medico di medicina generale e le altre professioni per garantire una presa in carico dei malati cronici coordinata e basata sui principi di iniziativa e prossimità e per sviluppare modelli assistenziali innovativi in cui le persone fragili vengano messa al centro del processo di cura.

È stato su questi temi che si è focalizzato il primo incontro del Tavolo di lavoro che ha visto coinvolti l’assessore provinciale alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia, con il dirigente generale del Dipartimento Giancarlo Ruscitti, il direttore generale facente funzioni dell’Azienda sanitaria Pier Paolo Benetollo con il direttore del Dipartimento di prevenzione Antonio Ferro e il presidente dell’Ordine Professioni Infermieristiche di Trento Daniel Pedrotti.

Un primo incontro interlocutorio finalizzato a  definire gli obiettivi del tavolo, nei successivi sarà avviato un percorso strutturato e condiviso con gli stakeholder che dovrà tener conto della necessità di innovazione e sostenibilità del sistema sanitario provinciale e della valorizzazione delle professioni sanitarie.

COMUNICATO STAMPA PAT

 

Quotidiano Trentino 01 ottobre 2020

Quotidiano L’Adige 01 ottobre 2020