Vai al contenuto
ECM In evidenza News
21.11.2023

ECM: Novità

Ultima modifica 20/11/2023

Si informa che nel mese di novembre 2023 la Commissione Nazionale ECM ha disposto quattro nuove delibere, tra queste una delibera specifica sulla tematica crediti acquisiti e da acquisire.

Triennio formativo 2023-2025
L’obbligo formativo per il triennio formativo 2023-2025 è pari a 150 crediti ECM, fatte salve le decisioni della Commissione Nazionale in materia di esoneri, esenzioni ed eventuali altre riduzioni, da conseguire dal 01/01/2023 ed entro il 31/12/2025.
Con riferimento al triennio formativo 2023-2025, l’acquisizione dei crediti non è più di 50 crediti anno, bensì di 150 crediti nel triennio 2023-2025, senza vincoli annuali: ciò significa che si possono acquisire i crediti in misura variabile nel singolo anno – potenzialmente anche tutti i 150 crediti in un solo anno – anche se ovviamente è sempre più opportuno bilanciare la formazione durante il triennio.

Triennio formativo 2020-2022
Per il triennio 2020-2022 gli infermieri e gli infermieri pediatrici iscritti all’Ordine, come tutti i professionisti sanitari, sono tenuti, entro il 31 dicembre 2023, a regolarizzare la propria posizione rispetto all’obbligo formativo ECM (DL 198/2022 – cd Mille proroghe – modificato dalla Legge di conversione 14/2023, all’art. 4 comma 5). La delibera della Commissione Nazionale ECM offre altresì la possibilità ai professionisti sanitari che non hanno ottemperato il debito formativo ECM nel triennio 2020-2022 di “sanare” la loro posizione, acquisendo i crediti ECM mancanti tramite la partecipazione ad eventi con “data fine evento” entro il 31 dicembre 2023.
Relativamente a questa possibile “sanatoria” del triennio 2020-2022 occorre precisare quanto segue:
– i crediti che si acquisiranno nel 2023 per “sanare” il triennio precedente non sono in automatico “spostati” dal sistema COGEPAS, ma è necessario spostarli “manualmente” direttamente sulla propria posizione del portale COGEAPS tramite la funzione di “spostamento crediti” al triennio precedente;
la possibilità di spostare i crediti formativi per sanare il triennio passato è consentita fino al 30 giugno 2024: ciò è dovuto al fatto, già ribadito in precedenza, che il tempo di acquisizione da parte del portale COGEAPS dei crediti ECM non è automatico, ma necessita sempre di tempi tecnici dalla data di conclusione di un evento ECM;
– per poter “spostare” i crediti formativi al triennio precedente è necessario partecipare ad un corso ECM che termini entro il 31 dicembre 2023; occorre quindi prestare sempre attenzione, in fase di iscrizione e registrazione ad un corso ECM (in particolare ad un corso FAD), alla data di fine dell’evento stesso. Pensiamo per esempio ad un corso FAD che rimane on line a “cavallo” fra il 2023 ed il 2024, cioè che inizia nel 2023 e termina però nel 2024. In questo caso è possibile terminare il corso entro il 31 dicembre 2023, ma questi crediti non potranno essere usati per la “sanatoria” in quanto questo evento specifico terminerà nel 2024.

Come già consigliato con precedenti comunicazioni, la prima avvertenza è di andare a verificare la propria situazione di crediti ECM direttamente sul portale COGEAPS (il Consorzio Gestione Anagrafica delle professioni sanitarie) e di monitorare costantemente il proprio percorso formativo su questo portate ufficiale.
Si ricorda che il tempo di acquisizione da parte del portale COGEAPS dei crediti ECM non è automatico, ma necessita sempre di tempi tecnici dalla data di conclusione di un corso ECM: va sempre considerato che, terminato un corso, il Provider ECM ha tempo 90 giorni per inviare il flusso dei crediti ECM al COGEPAS, che a sua volta deve acquisire ogni singolo flusso.
Per tale motivo è necessario accedere in modo periodico al portale COGEPAS per verificare la propria situazione ed accertare invece eventuali anomalie da comunicare direttamente tramite le funzioni che il sistema COGEAPS mette a disposizione.

Link news delibere novembre 2023 – Commissione Nazionale ECM: https://www.fnopi.it/2023/11/18/ecm-delibere-commissione/

News correlata: https://opi.tn.it/obbligo-formativo-ecm/