CREDITI ECM PERIODO COVID-19: OSSERVAZIONI OPI TRENTO e RISCONTRO FNOPI

OPI Trento trasmette a FNOPI delle osservazioni sul comma 2-ter dell’art. 6 del DL 22/2020 relativa ai crediti ECM periodo COVID-19

| ECM | Formazione | Infermieri

L’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Trento ha ritenuto di portare all’attenzione della Federazione Nazionale degli Ordini delle Professioni Infermieristiche (FNOPI) una riflessione e le relative proposte in riferimento a quanto previsto dal comma 2-ter dell’art. 6 del DL 22/2020, cd Decreto Scuola, convertito con modificazioni nelle legge 41/2020, il quale recita:
[…] “2-ter. I 50 crediti da acquisire, per l’anno 2020, da medici, odontoiatri, infermieri e farmacisti in qualità’ di dipendenti delle aziende ospedaliere, delle università’, delle unità sanitarie locali e delle strutture sanitarie private accreditate o come liberi professionisti, attraverso l’attività di formazione continua in medicina (ECM), che costituisce requisito indispensabile per svolgere attività professionale, come disposto dall’articolo 16-bis del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, e dalla legge 24 dicembre 2007, n. 244, si intendono già maturati da coloro che, in occasione dell’emergenza da COVID-19, abbiano continuato a svolgere la propria attività’ professionale” […].

Di seguito la nota trasmessa in FNOPI il 24 giugno 2020 e il riscontro pervenuto da FNOPI il 10 luglio 2020.