Home

Pronunciamento condotta social  

15 ottobre 2018

Care Colleghe e Cari Colleghi,
con la presente desideriamo informarVi che nel Consiglio Nazionale di sabato 13 ottobre 2018, i 102 presidenti degli Ordini provinciali hanno sottoscritto un documento sulla condotta dei loro iscritti sui social (in allegato).

La scelta di un posizionamento ufficiale che preveda maggior rigore nei confronti di chi utilizza i social qualificandosi come infermiere minando l’immagine di tutta la comunità professionale che ne esce mortificata sul piano etico, deontologico, culturale e frenando la credibilità politica istituzionale delle rappresentanze nei confronti della società civile, politica, professionale, nasce dai troppi casi in cui ultimamente una compattezza professionale avrebbe potuto ottenere vantaggio dalla comunicazione social mentre l’atteggiamento e l’uso improprio di alcuni sono diventati vetrina di una minoranza professionale livorosa, aggressiva e violenta che danneggia tutti.

Cinque i passaggi mutuati dal Codice Deontologico vigente da rispettare se ci si qualifica come infermiere su ogni piattaforma comunicativa:
1)  tenere conto dei valori etici, religiosi e culturali, del genere e delle condizioni sociali della persona;
2)  impegnarsi a cercare il dialogo, nel caso di conflitti determinati da diverse visioni etiche;
3)  perseguire uno spirito di collaborazione e confronto con i colleghi o con altri professionisti sanitari e non;
4)  riconoscere e valorizzare lo specifico apporto degli altri attori che operano nell’equipe;
5)  tutelare il decoro personale e il proprio nome e salvaguardare il prestigio della professione.

“Se i mezzi di comunicazione oggi ci hanno dato libertà di parola su ogni argomento e in ogni contesto – si sottolinea nel documento  - questo non significa che tale libertà sia esente da conseguenze anche disciplinari”.

Per questo Federazione e Ordini hanno deciso di agire. In qualità di rappresentanza professionale ci impegnamo a essere guida ed esempio per un buon uso dei social e chiediamo a ciascun collega di utilizzare i social in modo responsabile tutelando e promuovendo il prestigio della professione e di segnalarci eventuali condotte lesive dell'immagine e dignità dei professionisti o potenzialmente tali.

Vi ringraziamo per la collaborazione.
A nome mio personale e del Consiglio Direttivo, cari saluti.
Il Presidente
Daniel Pedrotti

Pronunciamento condotta social

 

Promemoria Quota Iscrizione 2018

01 ottobre 2018

Gentili Colleghe/i,

per chi di Voi non avesse ancora provveduto, si riporta di seguito come promemoria il link alla nota con le indicazioni per procedere il prima possibile al pagamento della quota di iscrizione annuale - anno 2018 - pari a euro 75,00.

Si coglie l'occasione per chiedere la Vostra collaborazione nella diffusione di questa comunicazione ai colleghi.

Grazie. La segreteria OPI Trento

Nota pagamento quota 2018

  

Articolo carenza infermieri apparso su L'Adige il 18 settembre 2018: precisazioni

22 settembre 2018

Di seguito la lettera dell'OPI di Trento pubblicata su L'Adige di precisazioni su competenze e percorso formativo universitario dell'infermiere.

Lettera pubblicata su L'Adige 22_9_18

 

Assistenti Sanitari: passaggio Ordine in attuazione Legge 3/2018

7 settembre 2018

facendo seguito alla circolare FNOPI 52/2018, si riporta di seguito il link alla circolare FNOPI 62/2018 relativa a specifiche sulla trasmigrazione albo assistenti sanitari da OPI a Ordine TSRM e PSTRP.
link circolare FNOPI 62/2018

 

Vaccini: posizione OPI Trento 

7 agosto 2018

Anche l'OPI di Trento si schiera contro il rinvio delle sanzioni che di fatto depotenziano l'obbligo vaccinale. Chiediamo alla ministra Grillo di accogliere l'appello della nostra presidente Barbara Mangiacavalli.
Il diritto alla salute dei bambini non può essere rinviato. I vaccini salvano vite. Per questo è nostro diritto e dovere vaccinarci e vaccinare i nostri figli.

"Comprendiamo le ragioni della politica, ma non possiamo giustificarle quando queste mettono a rischio la salute dei pazienti non secondo semplici affermazioni di principio, ma in base a tutte le posizioni assunte dai principali organismi nazionali e internazionali che si occupano e dettano linee guida per la tutela della salute”. Barbara Mangiacavalli 
Link al comunicato stampa FNOPI 

 

Condivisione lettera posizione dell’OPI di Trento rispetto al riconoscimento
e valorizzazione della professione infermieristica in Provincia Autonoma di Trento

2 agosto 2018

Gentilissime/i Colleghe/i infermieri e infermieri pediatrici,
con la presente desideriamo condividere con Voi la nota presentata all’interno di un incontro con l’Assessore alla Salute e Politiche Sociali della PAT, avv. Luca Zeni, e inviata ad altri Organi Politici e Referenti Istituzionali a livello provinciale relativamente al posizionamento dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche su alcune tematiche di interesse della professione infermieristica. Si è ritenuto di intervenire con una nota pubblica, non con intenti sindacali, ma in rappresentanza degli oltre 4.300 infermieri e infermieri pediatrici iscritti, per la necessità di riaffermare anche a livello provinciale:
- la centralità della sicurezza del paziente/cittadini
- la dignità della professione infermieristica nell’esercizio professionale in tutti i contesti di
lavoro
- la valorizzazione della professione infermieristica in tutte le sue forme di esercizio e
riconoscimento a tutti i livelli di responsabilità.

Dall’incontro con l’Assessore avv. Luca Zeni avvenuto il 1 agosto 2018 è emersa grande
apertura e disponibilità ai temi della professione infermieristica presentati ed è stata occasione di
confronto sul sistema salute trentino. Sono stati presentati dati di letteratura e della realtà trentina
a supporto delle posizioni sugli standard di dotazione infermieristica nei vari contesti di cura
(APSP, ospedale,…).
L’Assessore ha dichiarato l’impegno di:
- approfondire gli elementi descritti nel documento con gli uffici competenti della PAT:
standard di dotazione infermieristica e requisiti funzioni di coordinamento dei processi
assistenziali e di gestione di risorse umane in RSA e Strutture Private Convenzionate (master
coordinamento ai sensi della L. 43/2006 e Laurea magistrale);
- fornire direttive specifiche per il riconoscimento e valorizzazione delle competenze (esperto,
specialista,…) in sede contrattuale – programmato prossimo incontro a fine mese di agosto;
- garantire il coinvolgimento della rappresentanza infermieristica sui tavoli istituzionali
relativamente a progettualità sulla rete dei servizi sanitari e tematiche di interesse della
professione infermieristica (spazio argento, infermiere di famiglia,..). Ad inizio settembre
l’OPI è stato convocato sul tavolo del progetto “spazio argento” – riforma welfare.

Infine, nell’incontro è stata rinnovata la disponibilità dell’OPI e della professione infermieristica
di lavorare in sinergia con l’Assessorato, le altre professioni ed i cittadini nell’ottica di realizzare
il mandato previsto dall’articolo 32 della Costituzione sul diritto alla salute, individuando nuovi
modelli assistenziali - organizzativi che, rispettando i principi costituzionali, garantiscano
risposte sicure e di qualità in termini di prestazioni infermieristiche e servizi sanitari e
promuovano il riconoscimento della professione e delle sue specializzazioni.

Auspichiamo che questa posizione sia di forte orientamento per le prossime e future decisioni di
politica sanitaria e relative declinazioni nel sistema sanitario provinciale e nell’esercizio
professionale in termini di riconoscimento della professione per il suo valore e il suo contributo
all’interno del sistema salute.

Cogliamo l’occasione per chiedere la Vostra collaborazione a diffondere questa nota ai colleghi attraverso canali anche informali per coloro che non hanno attivato la casella di posta PEC.

Vi ricordiamo che potete seguirci e inoltrare suggerimenti a:
- sito web: www.opi.tn.it
- Facebook: Ordine professioni infermieristiche di Trento
- e-mail info@opi.tn.it

A nome mio personale e di tutto il Consiglio Direttivo, Vi salutiamo caramente e Vi ringraziamo
per tutto ciò che state facendo per la professione e la salute dei nostri pazienti-cittadini.

Il Presidente
Daniel Pedrotti

Lettera posizionamento OPI Trento documento

 

Dossier formativo della Commissione Nazionale ECM

02 agosto 2018

Si informano gli infermieri e infermieri pediatrici iscritti che sul sito della Federazione Nazionale Ordini delle Professioni Sanitarie è disponibile il video Spot e le guide sull'utilizzo del Dossier Formativo individuale e di Gruppo.

Il Dossier Formativo è uno strumento che consente al singolo professionista di creare un’agenda formativa personalizzata in base al proprio fabbisogno, nonché di essere parte di un percorso di gruppo che aiuti la crescita professionale in una logica di lavoro di squadra, coniugando bisogni professionali, esigenze del gruppo e necessità dell’organizzazione

Di seguito il link alla news ecm http://www.fnopi.it/attualita/commissione-nazionale-formazione-continua-online-sul-sitoagenas-video-e-guide-sul-dossier-formativo-ecm-id2436.htm

Cordiali saluti

La Segreteria OPI Trento

 

Assistenti Sanitari: passaggio Ordine in attuazione Legge 3/2018

10 luglio 2018

Egregi/Gentilissime Assistenti Sanitari

con la presente, in riferimento all’albo degli Assistenti Sanitari e al suo trasferimento ai sensi della Legge 3/2018, si informa che in data 5 luglio 2018 è stato sottoscritto l’accordo tra Federazione Nazionale degli Ordini delle Professioni Infermieristiche e Federazione Nazionale degli Ordini dei TSRM e delle Professioni Sanitarie Tecniche, della Riabilitazione e della Prevenzione.

Si riportano di seguito per opportuna conoscenza il link alla circolare 52/2018 della FNOPI e al relativo accordo sottoscritto fra le parti e si comunica che OPI Trento e Ordine dei TSRM PSTRP  di Trento si accorderanno per gli adempimenti previsti dal suddetto accordo.

Si fa presente che, relativamente ai professionisti iscritti sia all’albo degli Assistenti sanitari che degli Infermieri, è comunque obbligatorio restare iscritti all’Albo relativo alla professione che realmente si esercita. Ad ogni modo, al momento, per quanto di nostra conoscenza, non ci risulta una norma che vieti il mantenimento dell’iscrizione sia all’albo degli Infermieri che degli Assistenti sanitari.

Relativamente agli Assistenti sanitari iscritti unicamente all’albo degli Assistenti sanitari che sono stati eletti all’interno dei Consigli Direttivi/Collegio dei Revisori dei Conti è stato proposto (e già sollecitato) dalla FNOPI apposito quesito al Ministero della salute.

Quindi, sulla base dell’accordo sottoscritto, dal 1 luglio 2018 formalmente Voi colleghi e colleghe Assistenti Sanitari “passerete” dalla FNOPI alla FNO TSRM PSTRP e a livello provinciale da OPI Trento a Ordine TSRM PSTRP Trento. Chiude un percorso condiviso di 70 anni che ha attraversato significativi cambiamenti culturali, sociali e sanitari del nostro Paese nei quali siamo cresciuti insieme come professionisti e come persone.

Un augurio oltre alla nostra riconoscenza a tutti Voi Assistenti Sanitari trentini per questa nuova avventura ordinistica, con l’auspicio che lavoreremo ancora assieme su progetti condivisi e integrati per la tutela del cittadino. 

A nome mio, del Consiglio Direttivo e del Collegio dei Revisori dei Conti porgo i più cordiali saluti

Il Presidente Daniel Pedrotti

Circolare FNOPI n. 52/2018 documento

Accordo FNOPI e FNO TSRM PSTRP in attuazione legge 3/2018 documento

 

Quota iscrizione 2018

28 giugno 2018

Gentile Iscritta/Egregio Iscritto,

sulla base dell'approvazione in Assemblea Ordinaria tenutasi il 28 maggio 2018, si riporta di seguito il link all'informativa per il pagamento della quota di iscrizione annuale - anno 2018 - pari a euro 75,00.

Si allega inoltre nota integrativa per gli iscritti all'Albo degli Assistenti Sanitari.

A disposizione per eventuali chiarimenti, cordiali saluti

La segreteria dell'OPI Trento

Lettera quota iscrizione 2018 OPI Trento 

Allegato nota integrativa assistenti sanitari quota 2018

 

Udienza Santo Padre 3 marzo 2018 

28 giugno 2018

Gentili Colleghe/i,

certo di fare cosa gradita, si riporta di seguito la lettera trasmessa alla Presidente Nazionale dott.ssa Barbara Mangiacavalli dalla Segreteria di Stato del Vaticano a firma dell'Assessore Mons. Paolo Borgia tramite la quale Papa Francesco ha espresso parole di riconoscenza per il gesto di solidarietà fatto dalla Federazione a nome di tutti gli infermieri rinnovando altresì la Sua benedizione. 

Cordiali saluti

Il Presidente Daniel Pedrotti

 Udienza Santo Padre 03-03-18 - nota ringraziamento

  

Comunicazioni agli iscritti tramite PEC

                              5 giugno 2018

Cara/o Collega, 

con la presente desideriamo informarTi che nell'Assemblea Annuale tenutasi lunedì 28 maggio 2018 è stato approvato che dalla data odierna tutte le comunicazioni con gli iscritti avverranno esclusivamente tramite posta elettronica certificata - PEC: circolari e comunicazioni su attività promosse da OPI Trento e FNOPI, materiale informativo su argomenti di interesse professionale, notiziario,...

Cogliamo l'occasione per anticipare che anche la quota di iscrizione 2018 verrà inviata esclusivamente tramite PEC orientativamente a fine giugno/inizio luglio 2018.

L'Ordine della Professioni Infermieristiche di Trento mette a disposizione gratuitamente una casella P.E.C. per tutti i colleghi iscritti. Si ricorda che l'adozione ed utilizzo di una PEC è disposizione di norma obbligatoria per tutti i professionisti. L'istituzione di una caselle PEC per tutti gli iscritti dell'Ordine permette di inviare le documentazioni e/o informazioni tra iscritti e Ordine con una significativa riduzione di costi e di tempo.

Nel caso in cui ad oggi non avessi ancora attivato la PEC o avessi smarrito le credenziali per l'accesso alla tua casella, sperando di fare cosa gradita, riportiamo di seguito il link ad una breve guida http://opi.tn.it/upload/documents/Pec/Guida_Attivazione_PEC_per_iscritti.pdf nella quale sono descritti: cos'è la PEC, perché attivarla ed i principali step per l'attivazione ed i referenti in caso di necessità.

Cogliamo l'occasione per chiedere la tua gentile collaborazione nel diffondere e condividere questo messaggio anche attraverso canali informali ai colleghi che non hanno ancora attivato la casella di posta PEC.

Desideriamo infine informarti che al seguente link http://opi.tn.it/?pagina=99 sono disponibili i materiali utilizzati durante l'Assemblea Annuale: relazioni bilancio consuntivo 2017 e preventivo 2018, slide della relazione programmatica del Presidente e relazione "passaggio da Collegio a Ordine - cosa cambia?".

Un caro saluto e grazie per tutto quello che state facendo per la professione e per la salute dei nostri cittadini/pazienti.

Il Presidente e Consiglio Direttivo OPI Trento

 

Giornata Internazionale dell'Infermiere 

OPI Trento - #12maggio2018

L'infermieristica nel 2018 è moderna e dinamica. 
E' la straordinaria opportunità di agire la professione in diversi ruoli, aree professionali e realizzare il proprio percorso di sviluppo professionale in diversi ambiti quali clinico-assistenziale, formativo, organizzativo e della ricerca. 

In questa giornata internazionale degli infermieri vogliamo ringraziarTi per aver dedicato la tua professionalità alla cura del paziente di tutte le età......

Il 12 maggio è diventato l’occasione per far sì che la professione infermieristica “parli un po’ di sé” con le persone ricoverate negli ospedali, con gli utenti dei servizi territoriali, con gli anziani, con gli altri professionisti della sanità, con i giovani che devono scegliere un lavoro, con tutti coloro – insomma – che nel corso della propria vita hanno incontrato o incontreranno un infermiere.

Per celebrare fra colleghi questa giornata e comunicarla ai pazienti, Ti invitiamo a lasciare un commento con una frase positiva sul messaggio postato sulla nostra pagina facebook "Ordine delle Professioni Infermieristiche di Trento".

Che sia una giornata di festeggiamenti, di condivisione, partecipazione, confronto e orgoglio. Essere infermiere....

Auguri a tutte/i Noi!

Il Consiglio Direttivo e Revisori dei Conti - OPI Trento

Manifesto FNOPI Giornata internazionale Infermiere manifesto 12 Maggio 2018

 

Assemblea Ordinaria Annuale 2018

30 aprile 2018

Cara/o Collega,

è con piacere che riportiamo di seguito il link della convocazione all'Assemblea Ordinaria Annuale 2018 dell'Ordine delle Professioni Infermieristiche di Trento. La convocazione sarà trasmessa in questi giorni via PEC e posta ordinaria a tutti gli iscritti.

Ritrovarsi, in occasione dell’Assemblea Ordinaria Annuale dell’Ordine, è sempre un momento importante e molto sentito da tutti gli Infermieri. 

Nell’attesa di incontrarci per questa occasione di confronto fra colleghi per condividere il programma del prossimo triennio e di presentazione del nuovo Consiglio Direttivo e Collegio dei Revisori dei Conti, Vi ringraziamo e salutiamo.

Le Colleghe e Colleghi del Consiglio Direttivo e del Collegio dei Revisori dei Conti dell'OPI Trento

Convocazione Assemblea Ordinaria Annuale 2018 OPI Trento 

 

FNOPI - Lettera ai mass media "Non confondete più i nostri professionisti"

26 aprile 2018

La FNOPI scrive a distanza di tre anni a tutti i mass media nazionali.
“Nonostante il netto miglioramento della percezione della professione infermieristica tra i mass media con una riduzione rispetto al periodo precedente il 2015 di almeno il 70% degli errori nella classificazione del personale e nell'utilizzo dei titoli in fatti di cronaca, esistono ancora sacche di resistenza che non distinguono gli infermieri da chi infermiere non è, con grave danno per la professione e, soprattutto, per il rapporto tra questa e i cittadini assistiti.”

Ma perché accadono ancora questi fraintendimenti e confusione di ruoli? Forse oltre alla FNOPI, gli Ordini e ognuno di noi in qualità di professionista infermiere più fare molto per aumentare la riconoscibilità e la valorizzazione, promuovere il rapporto fiduciario con i cittadini e chiedere il rispetto della nostra professione. 

In primis la riflessione su tale responsabilità è nostra come comunità professionale. Se ci lamentiamo che quel paziente non sa che siamo infermieri forse dovremmo prima chiederci se noi ci siamo presentati come tali, sia nella forma sia nell’agire professionale. Agire professionale che in quanto professione intellettuale è caratterizzato da capacità di valutazione, di progettazione dell’assistenza con orientamento agli esiti, di assunzione di responsabilità e presa di decisione autonoma rispetto a problemi assistenziali, di collaborazione e integrazione in team multi-professionali nel rispetto delle funzioni proprie. 

È un diritto del cittadino conoscere il professionista che ha davanti e che lo assisterà, il suo nome e ruolo, e noi infermieri dovremmo essere onorati di poter presentarci. Il presentarci al cittadino/paziente non ha la sola finalità di far conoscere il proprio nome, ha un’intenzionalità e senso ben più profondo di assunzione diretta di responsabilità della presa in carico identificandoci come persona oltre che professionista infermiere, di iniziare una relazione terapeutica e costruire fiducia. 

Articolo della Federazione Nazionale e link alla lettera inviata a tutti i mass media nazionali

 

Posta elettronica certificata

25 aprile 2018

Gentile Collega,

al fine di offrire l'opportunità a tutti i colleghi iscritti di accedere e utilizzare la propria Posta Elettronica Certificata - P.E.C. è con piacere che riportiamo nuovamente di seguito (link "continua") la guida per l'attivazione della stessa. Sono inoltre disponibili alcune informazioni relative all'utilità e obbligatorietà di adozione della P.E.C. da parte di tutti i professionisti.

Per informazioni siamo a disposizione via e-mail (info@opi.tn.it) o telefono (0461 239989) in orario di apertura della segreteria.   

Un caro saluto e grazie a tutti/e Voi.

Il Consiglio Direttivo OPI Trento

Link al documento "Guida attivazione P.E.C."

  

Posizione OPI Trento in merito al pre accordo CCNL Sanità

26 marzo 2018

Gentilissime/i Colleghe/i infermieri, assistenti sanitari e infermieri pediatrici,

con la presente desideriamo condividere con Voi la nota trasmessa agli Organi Politici provinciali relativamente ad alcune criticità contenute nel pre - accordo del contratto nazionale di lavoro del comparto sanità. Si è ritenuto di intervenire con una nota pubblica affiancando la lettera del 21 marzo 2018 della Federazione Nazionale degli Ordini delle Professioni Infermieristiche (rinvenibile nella precedente nota), non con intenti sindacali, ma in rappresentanza degli oltre 4.400 infermieri, assistenti sanitarie e infermieri pediatrici iscritti, per la necessità di affermare anche a livello provinciale:
- la centralità della sicurezza e la dignità della professione infermieristica nell’esercizio professionale in tutti i contesti di lavoro: APSP/RSA, Istituti privati convenzionati, libero professionale, APSS;
- l’infungibilità delle competenze infermieristiche con il riconoscimento a tutti i livelli;
- la valorizzazione della professione infermieristica in tutte le sue forme di esercizio.

Auspichiamo che questi suggerimenti siano di forte orientamento per le prossime e future decisioni di politica sanitaria e relative declinazioni nel sistema sanitario nazionale/provinciale e nell’esercizio professionale in termini di riconoscimento della professione per il suo valore e il suo contributo all’interno del sistema salute.

Cogliamo l’occasione per chiedere la Vostra collaborazione a diffondere questa nota ai colleghi attraverso canali anche informali per coloro che non hanno attivato la casella di posta PEC.

Vi aspettiamo in tanti alla prossima assemblea, che si terrà in maggio (data non ancora definita) per condividere programma e agenda del nostro triennio.
Intanto potete seguirci e inoltrare suggerimenti a:
- sito web: www.ipasvi.tn.it
- Facebook: Ordine professioni infermieristiche di Trento
- e-mail info@opi.tn.it

Un caro saluto e un grazie per tutto ciò che state facendo per la professione e la salute dei nostri pazienti-cittadini.

Il Presidente Daniel Pedrotti e tutti i componenti del Consiglio Direttivo dell’OPI di Trento

Nota OPI TN del 26 marzo 2018 pdf

 

Posizione della FNOPI sulla pre intesa del contratto sanità

Nelle osservazioni della FNOPI del 21 marzo - testo integrale negli allegati - si riaffermano cinque principi: dignità professionale, contratto coerente con lo sviluppo della professione, regole di riferimento funzionali alle potenzialità professionali, necessità di valorizzazione economica in base alla responsabilità, pari opportunità professionali.
Emergono proposte su tre argomenti: classificazione professionale, definizione degli incarichi di funzione, organizzazione del lavoro.

Nota FNOPI del 21 marzo 2018 pdf

   

Obblighi formativi ECM triennio 2017-2019

Si informano i Collegi in indirizzo che la Commissione nazionale per la formazione continua, nella riunione del 4 novembre 2016, ha approvato i nuovi obblighi formativi Ecm che per il triennio 2017-2019 sono pari a 150 crediti formativi fatte salve le decisioni della Commissione nazionale per la formazione continua in materia di esoneri, esenzioni ed eventuali altre riduzioni.

L’art. 1 prevede un sistema premiante per i professionisti virtuosi disponendo che:
- i professionisti che nel triennio 2014-2016 hanno compilato e soddisfatto il proprio dossier formativo individuale hanno diritto alla riduzione di 15 crediti dell’obbligo formativo nel presente triennio formativo (Determina della CNFC del 10 Ottobre 2014);
- i professionisti sanitari che nel triennio (2014-2016) hanno acquisito un numero di crediti compreso tra 121 e 150 hanno diritto alla riduzione di 30 crediti dell’obbligo formativo nel triennio 2017-2019. Coloro che hanno acquisito un numero di crediti compreso tra 80 e 120 hanno diritto alla riduzione di 15 crediti.
Si prevede che, fermo restando l’obbligo di 150 crediti al netto di esoneri, esenzioni e riduzioni, non è più previsto l’obbligo di acquisire, comunque ogni anno, mediamente 50 crediti più o meno il 50%, ma si prevede anche la possibilità che per un anno il professionista possa non acquisire alcun credito.

 

Nella riunione del 13 dicembre la Commissione nazionale Ecm ha deliberato, inoltre, in materia: 

1. Dossier formativo:
- il Dossier formativo (Df) che può essere individuale (Dfi) e di gruppo (Dfg) rappresenta l’espressione della programmazione dell’aggiornamento nel tempo e della coerenza della formazione/aggiornamento rispetto alla professione, alla disciplina, alla specializzazione, al profilo di competenze nell’esercizio professionale quotidiano, nonché quale strumento idoneo a rilevare i bisogni formativi dei professionisti e ad indirizzare e qualificare l’offerta formativa da parte dei provider;
- la definizione del dossier formativo individuale o di gruppo consentirà ad ogni professionista di vedersi riconosciuta una riduzione di n. 30 crediti per il triennio 2017-19 quale bonus per il professionista. Il bonus viene erogato al realizzarsi di tutte le seguenti condizioni:
a) costruzione del dossier;
b) congruità del dossier con il profilo e la disciplina esercitata;
c) coerenza relativamente alle aree - pari ad almeno il 70% - tra il dossier programmato e quello effettivamente realizzato.
Il bonus quale riduzione dell’obbligo formativo del singolo professionista, è quantificato nella misura di 30 crediti formativi, di cui 10 assegnati nel triennio 2017-2019 se il professionista costruirà un dossier individuale ovvero sarà parte di un dossier di gruppo costruito da un soggetto abilitato nel primo anno del corrente triennio. Gli ulteriori 20 crediti di bonus saranno assegnati nel triennio successivo rispetto a quello in cui si è costruito il dossier, qualora il dossier sia stato sviluppato nel rispetto dei principi di congruità e coerenza di cui sopra.

2. Recupero crediti ECM non acquisiti nel triennio 2014-2016:
- a tale proposito si prevede, che tutti i professionisti che nel triennio 2014-2016 non hanno adempiuto completamente all’obbligo (150 al netto di esoneri ed esenzioni) ma che hanno, comunque, acquisito almeno la metà dei crediti dovuti, avranno tempo tutto l’anno 2017 per regolarizzare la propria posizione. infatti si potranno recuperare sino al 50% dei crediti complessivi dovuti nel triennio;
- per conoscere il numero esatto dei crediti dovuti nel triennio si invitano tutti i colleghi a registrarsi e consultare la propria anagrafica sul Co.Ge.A.P.S.

Nella riunione del 13 dicembre la Commissione ha altresì approvato la nuova delibera per i “Criteri per l’assegnazione dei crediti alle attività Ecm” che sostituisce la precedente regolamentazione a partire dagli eventi che saranno accreditati nel 2017.

Delibera della CNFC in materia di crediti formativi ECM

Delibera criteri assegnazione ECM